T4UM Forum Tematico - Furgoni Transporter Westfalia California
Settembre 01, 2014, 09:26:15 am *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: NEW NEW NEW
https://www.flickr.com/groups/t4um_it/
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: 1 [2] 3 4   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Cerco avviatore per auto  (Letto 4446 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
raudo
Gestore
Il mitico senza confini
*****

Karma: 36
Scollegato Scollegato

Messaggi: 3436


Raudo


« Risposta #15 inserito:: Gennaio 22, 2012, 02:23:26 pm »

Ma,
secondo me sti cosi non valgono una mazza.
E' vero che il benza non ha le candelette ma la batteria in questione è da 17 Ah, come una moto, non so quanto possa funzionare.
Una cosa potrebbe essere quella di agganciarlo alla batteria fiacca e farli una trasfusione di corrente per 1 oretta poi riprovare, in sto modo avremo ricaricato la grossa batteria del mezzo.
A sto punto una cosa simile si potrebbe fare mettendo il + della batteria dei servizi in comune con quella del mezzo, per un po' poi staccare e provare a partire.
Mai assieme se non con AGM o tradizionale, le gel si rovinano.
R.
Registrato

Raudo e Tuono Verde classe '95 con 68 purosangue e 160kkm
ciro6812
Niubbo
*

Karma: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 42



« Risposta #16 inserito:: Gennaio 28, 2012, 09:18:19 pm »

salve io ho comprato il caricabatterie alla lidl mi hanno detto che e' molto valido ho provato a ricaricare una batteria auto che avevo tolto qualke mese fa  messa sotto carica col nuovo caricatore della lidl appunto pura curiosita'ogni tanto ho queste vampate di archimede lo ributtata su e l'auto si e' accesa regolarmente x una settimana di fila poi lo tolta e rimesso quella nuova la batt in questione aveva 5anni allora l'era scarica o no?? mistero della fede! gli avviatori che si trovano in commercio a poche decine di euro mi hanno detto che fanno caca' x sentito dire non lo mai provato e non penso nemmeno di comprarne poi chissa'
ciao
ciro Felice
Registrato
Checco-79
Il mitico senza confini
******

Karma: 5
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1233



« Risposta #17 inserito:: Gennaio 29, 2012, 08:10:15 pm »

Ce l'ho anch'io il caricabatterie della lidl, ma non credo proprio che attaccandolo alla presa di casa e mettendo i morsetti sulla batteria del motore riesca a farlo ripartire.. mi sa che una delle due, o la casa o la batteria, salta per aria.. forse faccio prima a prendere una batteria dei servizi e metterla al posto di quella del motore..  Indeciso
Registrato

Checco e Guido (t4 california '92, 2000 benzina/gpl)
Novembre
OK, assunto
*****

Karma: 7
Scollegato Scollegato

Località: Firenze
Messaggi: 740


« Risposta #18 inserito:: Gennaio 30, 2012, 04:33:01 pm »

Questa discussione si sta leggermente spostando su un argomento che io e Michele volevamo approfondire con voi, prima di pagare 300 euro inutilmente!!!
Abbiamo scoperto che la nostra batteria probabilmente non è così morta come qualcuno di voi ci aveva diagnosticato. Magari un po' vecchia lo è, infatti ci siamo fatti un giro in un posto dove ci saranno 10000 mq di batterie Sorriso e abbiamo un'idea molto più precisa delle cose.
Però vi dobbiamo un po' brontolare un po' tutti, voi che siete esperti, e che non ci avete mai fatto una domanda chiave! Noi siamo l'ignoranza, e forse la domanda era banale, ma non ci avete mai chiesto se ricarichiamo la batteria attaccandola alla 220!!! E la risposta è... NO!!!
Noi non abbiamo modo di attaccare il camperino alla 220 perché non passa dalla rampa dei garage, e non c'è modo di parcheggiare proprio sotto la terrazza, per far calare un cavo come fanno altri camperisti in zona nostra.
Stupidamente pensavamo che la ricarica dell'alternatore fosse sufficiente, se il viaggio era abbastanza lungo... ma pare di no.
Quindi abbiamo pensato di comprare, insieme alla batteria nuova, un caricabatteria, e il tizio dove siamo stati a vedere le batterie ci ha detto che per pochi soldi ci mette delle spine per attaccare e staccare più agilmente la batteria al camper o alla 220. Ci ha anche consigliato di tenerla tranquillamente in ricarica sempre, se non ci serve sul camper (perché magari in un certo periodo lo usiamo solo come macchina).
Eseperti, che ne pensate? E' una buona idea o una follia?
Giulia
Registrato
Mangimix
Gestore
Il mitico senza confini
*****

Karma: 25
Collegato Collegato

Località: La-vis
Messaggi: 2259


VW Cali Coach '02 111kw detto "Verdone" 391kkm


« Risposta #19 inserito:: Gennaio 30, 2012, 05:33:25 pm »

Quindi abbiamo pensato di comprare, insieme alla batteria nuova, un caricabatteria, e il tizio dove siamo stati a vedere le batterie ci ha detto che per pochi soldi ci mette delle spine per attaccare e staccare più agilmente la batteria al camper o alla 220. Ci ha anche consigliato di tenerla tranquillamente in ricarica sempre, se non ci serve sul camper (perché magari in un certo periodo lo usiamo solo come macchina).
Eseperti, che ne pensate? E' una buona idea o una follia?
Giulia
Scusa una cosa Giulia, ma penso di non aver capito bene.
Tu vuoi togliere la batteria del camper e attaccarla ad un caricabatteria esterno e montarla quando necessario sul camper?
Potrebbe essere un'idea,forse un pò macchinosa , ma sicuramente ti preserva la batteria.

Per quanto riguarda l'uso quotidiano , la batteria si ricarica sempre mentre vai, ma dipende quanta strada fai.
Io, per esempio faccio 65 - 70 km al giorno per andare a lavorare e la batteria di conseguenza è sempre carica.
Se invece ci fai 4 - 5 km non penso che ce la faccia a ricaricarsi correttamente.

Ciao
Enrico
Registrato

Oramai in viaggio per la 10° circonferenza terrestre!
Novembre
OK, assunto
*****

Karma: 7
Scollegato Scollegato

Località: Firenze
Messaggi: 740


« Risposta #20 inserito:: Gennaio 30, 2012, 05:49:58 pm »

Regolarmente (dal lun al ven) faccio 5 km per venire a lavoro e altrettanti per tornare a casa. Quindi, se anche il fine settimana ne facciamo un centinaio o più, per raggiungere qualche meta, col cavolo che una batteria da 135 Ah si carica. O meglio, sembra carica, ma si scarica più in fretta, perché non è stata caricata del tutto.
L'idea avuta è meno macchinosa di quanto non sembri, se ci pensi. In pratica basta mettere la batteria (già bella carica) sul T4 solo quando serve, ovvero quando sappiamo di fare una gita. Se mettiamo le spine alla batteria e ai due caricabatteria (quello a casa e quello sul camper), è una cosa che si fa velocissima. Al massimo modificheremo il vano, mettendo una cerniera allo sportello (un po' come per il vano della bombola) che ora ha delle viti (per far prima, invece di avvitare/svitare sempre...).
Che dici?
Giulia
Registrato
Roy
Il Manzoni dei Forum
***

Karma: 1
Scollegato Scollegato

Località: ai piedi dei monti
Messaggi: 153


vw t4 multivan allstar 2.4d


« Risposta #21 inserito:: Gennaio 30, 2012, 06:50:41 pm »

Anche io pensavo bastassero 100 km per ricaricarla (da savigliano a savona) ma chi me l'ha montata mi ha detto che sono pochi. Quindi prima di partire nel fine settimana per la liguria mi attacco per un paio di ore alla 220.

Roy
Registrato

Pura Vida
manlio
Il Manzoni dei Forum
***

Karma: 4
Scollegato Scollegato

Messaggi: 206


« Risposta #22 inserito:: Gennaio 30, 2012, 07:50:37 pm »

Giulia, si staccare la batteria e riattaccarla quando serve anche se a mio avviso scomodo fa bene alla batteria, però devi tener presente un paio di cosette, la batteria contiene una soluzione di acido solforico che se spanta, e succede facilmente rovina tutto, poi i morsetti quelli sul t4 devono comunque essere isolati, perchè quando il mezzo è in movimento carica anche la batteria, poi accendere il mezzo senza batteria dei servizi espone la centralina westafalia a delle sovratensioni, perchè la batteria carica il caricabatterie (sembra un bisticcio di parole), che senza batteria la tensione di carica può salire anche di diversi volt, dipende da come è fatto il circuito, che io non conosco, ma il rischio c'è.
Per questi motivi io sono un po scettico sulla scelta di staccare la batteria, forse sarebbe meglio staccarla un volta a mezzo fermo e quindi ricaricarla in casa, e poi rimontarla.
Per quanto riguarda la carica in movimento, per avere uan buona carica della batteria il mezzo deve essere acceso per alcune ore.
Dopo tutto ciò potresti in vece pensare ad installare un desolfatatore alla tua batteria, è un coso elettronico che cosa pochi euro e fa onestamente il suo lavoro.
Ciao Manlio
Registrato
Aliberto47
Il Feltrinelli della rete
****

Karma: 3
Scollegato Scollegato

Messaggi: 377



« Risposta #23 inserito:: Gennaio 30, 2012, 08:03:44 pm »

io penso che la ricarica della batteria dipenda anche tanto da quanto questa è scarica; se la batteria è inizialmente ben carica e in buone condizioni penso che pochi km al giorno bastino per mantenerla in carica ma se questa, seppur in buone condizioni, è decisamente scarica la si possa caricare, o in casa con un caricabatteria tipo lidl, o collegando il camper alla rete 220 V; successivamente per il mantenimento della carica vale quanto detto all'inizio.

per questo non mi preoccuperei di smontarla e rimontarla di continuo ma cercherei di caricarla molto bene, una volta per tutte, magari dall'elettrauto che dispone di caricabatterie decisamente più sofisticati, e poi la piazzerei sul veicolo e la userei tranquillamente; se dopo queste operazioni la batteria tende cmq a scaricarsi troppo in fretta, resto dell'idea che la batteria sia alla fine dei suoi giorni.

per mia esperienza le batterie dei miei autoveicoli, tanto di avviamento che dei servizi, mi hanno quasi sempre mollato di botto senza tanti preavvisi.

aggiungo ancora che ci sono in commercio dei semplici aggeggini da attaccare alla batteria con tre led, tipo semaforo, che ti segnalano in modo chiaro e inequivocabile se la batteria è carica o meno; costano pochi euri nei supermercati o nei negozi di autoaccessori e ti permettono di tenere sotto controllo, in viaggio o da fermo lo stato della batteria.

ciao.
Registrato

Aliberto47            o:-)

VW T4 california coach 1991 2,4 D
ex VW T3 joker 1981 1,6 B aircooled
14 km ad ovest di Torino
manlio
Il Manzoni dei Forum
***

Karma: 4
Scollegato Scollegato

Messaggi: 206


« Risposta #24 inserito:: Gennaio 30, 2012, 09:06:03 pm »

io penso che la ricarica della batteria dipenda anche tanto da quanto questa è scarica; se la batteria è inizialmente ben carica e in buone condizioni penso che pochi km al giorno bastino

dipende dalle condizioni della batteria, e da quanto è scarica, non credo che l'alternatore fornisca più di 10 A alla batteria servizi, quindi puoi fare facilmente i calcoli di quanto tempo impiega a caricarsi.
Io come ho detto a Giulia consiglierei un desolfatattore che scioglie i cristalli che si formano durante le cariche e scriche e poi una volta tanto caricherei la batteria con la corrente.
Ciao Manlio
Registrato
Novembre
OK, assunto
*****

Karma: 7
Scollegato Scollegato

Località: Firenze
Messaggi: 740


« Risposta #25 inserito:: Gennaio 30, 2012, 11:34:08 pm »

I dubbi di Manlio in effetti non sono campati in aria. Per il desolfatore, però, da quanto abbiamo capito, non è così efficace o comunque non in tutti i casi lo è, e non è una cosa da usare tutti i giorni. Poi è più un rimedio per una batteria che non è più al 100%, che un modo per mantenere buona una batteria nuova. Insomma, meglio prevenire che curare!
Ci sarà un modo per risolvere questo problema del circuito che rimane "aperto", no? Metterci una batteria vecchia e piccola (per la maneggevolezza)?!! Troppo complicato, eh? Uffa, ma un modo ci sarà!!
Giulia
Registrato
manlio
Il Manzoni dei Forum
***

Karma: 4
Scollegato Scollegato

Messaggi: 206


« Risposta #26 inserito:: Gennaio 31, 2012, 12:22:32 am »

Giulia una batteria più piccola potrebbe essere una soluzione,  certo poi ti ritrovi a movimentare due batterie, ma eviteresti di lasciare il circuito dei servizi aperto. Per quanto riguarda il desolfatatore io lo ho installato stabilmente sulla mia batteria dei servizi, e ho notato dei miglioramenti, la mia batteria dei servizi al gel aveva 2 o 3 anni di vita quando gli ho installato il desolfatatore che ha migliorato la capacita del 10 - 20%.
Ciao Manlio
Registrato
ciro6812
Niubbo
*

Karma: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 42



« Risposta #27 inserito:: Gennaio 31, 2012, 02:50:32 am »

ciao giulia ben risentita anche io sarei per dirti quello che fino ad ora hai letto lo staccare e riattaccare la batteria anche se veloce mi sembra un po' laborioso quindi se proprio non puoi attaccarti alla 220 per mancato spazio o agilita' del ,mezzo dove abiti io personalmente farei cosi' toglierei la batteria rientrati dal lavoro e la terrei sotto carica tutta la notte per poi rimontarla la mattina prima di andare a lavoro e testare alla prima uscita se si scarica velocemente purtroppo forse e' da cestinare viaggiare senza batteria dei servizi non la vedo una cosa efficace e non so cosa comporta perche' comunque nel vano batteria servizi della tensione arriva non so parlo da ignoramte in materia comunque quando avevo il mio camperone il venerdi sera lo attavo alla 220 e non ho mai avuto problemi sicuramente se la tua non regge un fine settimana forse e' arrivata saluti
ciro
Registrato
Novembre
OK, assunto
*****

Karma: 7
Scollegato Scollegato

Località: Firenze
Messaggi: 740


« Risposta #28 inserito:: Gennaio 31, 2012, 10:50:05 am »

Ciao Ciro,
quella vecchia la cambiamo, questo è fuori dubbio. Però non vorremmo rendere inutile quella nuova. Per quanto ci hanno consigliato, la nostra idea era molto valida per dare lunga vita alla batteria, e questo mi è stato confermato non solo dal negoziante. L'unica soluzione da trovare, adesso, è quella del problema evidenziato da Manlio. Se è vero che lasciare il circuito aperto crea problemi alla centralina, dobbiamo trovare una soluzione...
Sarei curiosa di sentire anche Raudo, che con queste cose ci lavora, ma è un po' latitante ultimamente, mi pare...
Giulia
Registrato
raudo
Gestore
Il mitico senza confini
*****

Karma: 36
Scollegato Scollegato

Messaggi: 3436


Raudo


« Risposta #29 inserito:: Gennaio 31, 2012, 03:20:42 pm »

Purtroppo ho un impegno quotidiano abbastanza impegnativo chiamato lavoro.
Allora, se non ho capito male vorresti staccar la batteria e metterla in carica mentre non usi il mezzo come camper, fattibile, ti consiglio una bella spina di potenza:
http://www.ebay.it/itm/Kit-2-spina-presa-potenza-maschio-femmina-max-80-ampere-/180807892950?pt=Interruttori_e_prese&hash=item2a18fd7fd6#ht_554wt_1139
così il problema di girare senza non sussiste, sappi però che da ferma i servizi non ti funzioneranno.
Poi prendi la batteria e la tieni in mantenimento, se hai il caricabatterie della Lidl c'è anche questa funzione.
Se anche dopo questa cura non va allora è alla frutta e bon, va sostituita.
Per il tipo di batteria, se quella che hai è una normale piombo acido, occhio all'eventuale perdita di acido solforico diluito che è caustico per la pelle e i vestiti si polverizzano!
Stai attenta!
Se ci fosse invece una batteria originale è una Gel, quindi sigillata (se è un po' gonfia è andata).
Se la devi rimpiazzare ci sono ora delle nuove batterie in tecnologia AGM create per le macchine con lo Start&Stop, hanno sia spunto che scarica lenta e sono sigillate.
Io posso avere queste batterie a ottimo prezzo, se ti occorre mi informo e x fartele avere a Firenze una staffetta si può organizzare (queste cose le faccio in onore dell'amicizia, mai lucrato un euro da amici T4isti).
Quella volta che abbiam fatto il G.A.S. per prender le batterie per una Fiamm AGM da 150Ah abbiam speso 171 euro, se mi trovi chi fa meno presentamelo.
Saluti,
Raudo.

Registrato

Raudo e Tuono Verde classe '95 con 68 purosangue e 160kkm
Pagine: 1 [2] 3 4   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2013, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.556 secondi con 19 query.
anything